LL.M. COMMUNITY

Chiedi info su un LLM:

giovanna-giacchero

Giovanna Giacchero

Harvard L.S.(USA) - 2003

Giovanna, quando e perché hai maturato la scelta di iscriverti ad un LL.M.?

Ho sempre considerato un LL.M come una tappa abbastanza naturale in un percorso formativo di eccellenza e già durante l’università avevo maturato un interesse per il sistema giuridico americano. Nel periodo immediatamente successivo alla laurea, tuttavia, impegni accademici e la professione forense mi hanno portato a rinviare l’invio delle candidature ai programmi LL.M. disponibili. Solo nel 2001, dopo aver conseguito il dottorato di ricerca in diritto comparato, ho potuto concentrarmi sul master. Così, dopo un secondment presso uno studio legale a New York ho inviato la domanda a varie università americane (Harvard, Yale, Chicago, Columbia, NYU, Fordham, e Berkeley).

Come mai la scelta di Harvard?

Ho avuto la fortuna di vedere la mia candidatura valutata positivamente da tutte le università cui ho inviato le application. L’ammissione ad Harvard, realtà fortemente competitiva e di indiscusso prestigio a livello mondiale, rappresentava tuttavia un riconoscimento di tale portata da non lasciare spazio a dubbi. Unitamente a una eccellente offerta di corsi nel settore corporate, Harvard dispone di un corpo docenti di significativa competenza e capacità didattica. Frequentare il corso tenuto da Elizabeth Warren, per fare un esempio, è stata un’esperienza straordinaria.

Quali corsi hai scelto di seguire?

Ho scelto corsi strettamente attinenti ai settori corporate e commercial law. Ne è risultata una tabella di marcia fitta e impegnativa. Occorre considerare due cose. Harvard, in primo luogo, utilizza un metodo di insegnamento basato non sulla lecture ma su una incalzante serie di domande poste dal professore. Ciò richiede che si arrivi a lezione preparati, anche laddove il professore conceda dei “turni”, e quindi la previa lettura e conoscenza dei temi assegnati. In secondo luogo, ad Harvard lo studente straniero siede in classe a fianco dei colleghi americani e la sua preparazione viene indagata e valutata secondo le stesse modalità. Anche in assenza di sconti legati alle diversità di lingua e cultura, tuttavia, il mio consiglio è di sfruttare al massimo l’anno di master. Meglio una schedule di corsi impegnativa ma attinente ai propri interessi che esami poco pertinenti.

Il tuo LL.M. ha influenzato il tuo futuro professionale?

Senza dubbio. Inizialmente mi ha consentito di ricevere offerte da studi prestigiosi e, nello specifico, di maturare un’esperienza importante e formativa presso una realtà di eccellenza. Successivamente, in una fase di maggiore autonomia professionale come quella attuale - in cui prevale l’aspetto internazionale del mio lavoro - Harvard è una credenziale di indiscusso riconoscimento a livello mondiale.

Come è la vita di uno studente di LL.M. a Cambridge?

Decisamente “veloce”... Meglio optare per un alloggio all’interno del campus e non arrivare in ritardo neanche ai parties. Per il resto Cambridge è una cittadina deliziosa, bellissima in autunno, durante il foliage e splendida in inverno anche a sottozero. Cambridge, inoltre, è a due passi da Boston, la città americana più a misura di europeo, perfetta sotto molti punti di vista, non ultimo considerando la sua vicinanza a Manhattan! 

 

Utilizzo dei Cookie

CHIUDI

Questo sito utilizza i cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento,
accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.